][

ASHES dIVIDE ][ Keep Telling Myself It’s Alright

Posted in Recensioni by PartyAnimal on 21 aprile 2008

2008, Island
New Jersey, USA us.png
Produttore:
Billy Howerdel, Danny Lohner, Alan Moulder [M]

www.myspace.com/ashesdivide
L’evoluzione del progetto A Perfect Circle rinasce dal fondatore/chitarrista e qui anche cantante Billy Howerdel, che si circorda di strumentisti di pregio (tra cui gli ex-APC Josh Freese e Paz Lenchantin, nonchè Devo, il figlio 13enne di Maynard Keenan). Le vocals, così come l’atmosfera malinconica e i riff rabbiosi sono traghettati dal passato: i pezzi del puzzle perfetto insomma ci sono tutti. Le canzoni tendono ad esplosioni sussurrate rispetto al Cerchio Perfetto e, a parte un piccolo intoppo (“Defamed”), si mantengono su standard pregevoli.

.
.
“The Stone”

Annunci
Tagged with: , , ,

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. mat said, on 3 maggio 2008 at 12:56 am

    Hola, bon dia

    Il video “is no longer Avalaible”

  2. PartyAnimal said, on 3 maggio 2008 at 1:18 am

    Thank you mat, I corrected the video URL. Enjoy!

  3. DsDevil said, on 3 giugno 2008 at 12:03 am

    Melodici, molto melodici, devo dire che ho ascoltato l’album più e più volte..davvero molto bello.. mi sono fatto accompagnare per mano dalla loro melanconica melodia..fino alla fine!!!
    La mia preferita? 03 -Too Late!!

  4. simone said, on 1 settembre 2008 at 1:27 am

    La notizia dello scioglimento degli A Perfect Circle (che tra l’altro era prevedibile visto il suo stato di side project) ha lasciato nello sconforto molti fans, soprattutto quelli di Maynard James Keenan che ora si dovranno accontentare di sentirlo cantare nella sua band principale ossia i Tool e nei Puscifer (nuovo side project). Ma forse non tutti sanno che il vero motore compositivo degli APC era il pelatissimo Billy Howerdel che negli ultimi cinque anni ha continuato a comporre musica in vista di un ipotetico quarto album del “cerchio perfetto” che però non è mai arrivato, così visti i continui tentennamenti di Maynard Billy ha utilizzato il materiale per la stesura del suo primo album solista (“Keep Telling Myself It’s Alright” per l’appunto) accompagnato dall’ormai fedele batterista Josh Free (ex Vandals). Così sotto il nome “Ashes Divide” Howerdel intraprende la carriera solista rimanendo comunque fedele alle sonorità delle produzioni APC tanto che le differenze sono veramente minime. L’album sembra la naturale prosecuzione di Thirteen Step (“Stripped Away” e “Denial Await” lo testimoniano) sia per quanto riguarda le atmosfere ricreate sia per il cantato di Billy che ricalca lo stile di Maynard e alle basse tonalità quasi lo plagia. Non mancano le ballate o semi ballate strappalacrime e a forti tinte dark come “Forever Can Be” e “Too Late” (ideali per creare romantiche atmosfere..eheheh). Molto convincente anche il primo ed energico singolo “The Stone” e “Enemies” il cui basso ricorda molto quello della famosa “Weak And Powerless” (album Thirteen Step). Nell’album forse c’è un po’ meno chitarra rispetto al passato come se Billy avesse incentrato tutto sulla sua voce come a dire :<> e la componente che li avvicinava alle sonorità dei Tool è andata affievolendosi in favore del pop-dark dei The Cure. Un album bello, sicuramente ben prodotto, sofisticato, dark, romantico e di certo non fà rimpiangere i vecchi APC anche se effettivamente la voce di Keenan era un valore aggiunto.Bravo Billy. (7+)

  5. simone said, on 1 settembre 2008 at 1:31 am

    ops la frase tra parentesi mancante è: Hei avete visto?..anche io ho una bella voce!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: