][

ANTOLOGIA ][ Death

Posted in Antologie by PartyAnimal on 31 gennaio 2008
Orlando, Florida, USA us.png
www.myspace.com/ripdeathchuck

I close my eyes / And sink within myself
Relive the gift of precious memories / In need of a fix called innocence

Scream Bloody GoreLeprosySpiritual HealingHumanIndividual Thought PatternsSymbolicThe Sound of Perseverance

Per molti indiscutibilmente fondatrice del Death Metal, al quale ha dato il proprio nome, questa band nel corso della propria carriera dovette molto al suo mastermind, Chuck Schuldiner, descritto spesso come “padre” del genere. Una tremenda malattia e un sistema sanitario disastroso ci hanno strappato questo grande musicista, lasciando nella scena metal un’eredità pesantissima.

Chuck Schuldiner † R.I.P. ][ voce, chitarra solista e ritmica, autore dei testi
Rick Rozz (’83-’85, ’87-’89); Paul Masvidal (’89, ’91-’92); Andy LaRocque (’93); Shannon Hamm (’96-’01) ][ chitarra
Terry Butler (’87-’90); Steve DiGiorgio (’86, ’91, ’93); Scott Clendenin (’96-’01) ][ basso
Kam Lee (’83−’85); Sean Reinert (’91-’92); Gene Hoglan (’93−’95); Richard Christy (’95−’01) ][ batteria

.

Le seguenti mini-recensioni sono liberamente tratte e tradotte da diverse pubblicazioni cartacee. Per ogni album è indicata la fonte di provenienza; sul sito ufficiale della band sono presenti le recensioni originali in inglese.
.
.
200px-death-sbgore.jpg

Scream Bloody Gore

1987, Combat
Produttore: Randy Burns

.
Sebbene le opinioni divergano su quale sia stato il primo album death metal (Seven Churches dei Possessed o SBG), possiamo tranquillamente dire che i Death con il loro moniker, le sonorità massicce e le tematiche splatter presenti in Scream Bloody Gore, hanno tracciato la via per un nuovo sotto genere nel panorama metal.

Stephan Gébédi – Martelgang (Gennaio 2002)
.
200px-death-leprosy.jpg

Leprosy

1988, Combat
Produttore: Dan Johnson

.
Otto cartucce esplosive di thrash che, grazie alla ultra pesante ma cristallina produzione di Dan Johnson, contribuiscono a preoccupare ulteriormente la competizione e a confermare la band una volta per tutte. Con Leprosy i Death partoriscono una pietra miliare del thrash e chiunque fosse stato deluso dall’ultimo disco degli Slayer, avrà di che godere con questo album.

Thomas Kupfer – Rock Hard (Ottobre 1988 )
.
200px-death-sh.jpg

Spiritual Healing

1990, Combat
Produttore: Scott Burns, Death

.
Il materiale è più complesso, interessante e leggermente diverso a tratti rispetto all’album precedente, Leprosy, e la tecnica è ulteriormente raffinata, ma come sempre brutale e potente. Spiritual Healing dimostra ancora che i Death sono la miglior death metal band di sempre – senza ombra di dubbio.

Jeff Kitts – Metal Mania (Maggio 1990)
.
200px-death-human.jpg

Human

1991, Relativity Records/Sony

Produttore: Scott Burns

.
Il quarto album dei Death nel 1991 portò sciami di pazienti con relativa mascella cadente dallo psichiatra. La mente della band, Chuck Schuldiner, e i suoi tecnicamente eccellenti colleghi incrociarono un brutale death metal con elementi progressive, fin quasi a rompersi le dita nel farlo. I giorni in cui il death metal veniva composto velocemente e dato alle stampe in fretta erano un lontano ricordo del passato.

Michael Rensen – Rock Hard
.
200px-death-itp.jpg

Individual Thought Patterns

1993, Relativity Records/Sony

Produttore: Scott Burns

.
I musicisti amanti del death che conoscono le notevoli capacità di questa grande band, saranno naturalmente affascinati dall’intero album, perchè Chuck non si appoggia mai a pattern standard. I novelli death-banger potrebbero invece sentire la mancanza del materiale più diretto presente in Scream Bloody Gore e Leprosy.

Wim Baelus – Aardschok (Luglio 1993)

.
200px-death-symbolic.jpg

Symbolic

1995, Roadrunner

Produttore: Jim Morris

.
Il miglior album dei Death dai tempi di Spiritual Healing. Symbolic brucia con chitarre drop-tuned gargantuesche, frenetici blast di batteria e agonia vocale, marchio di fabbrica di Chuck Schuldiner, pur risultando meno pretenzioso di Human e ITP. E’ un rinfrescante ritorno alla forma per una delle band pioniere del Death Metal, e i fan del genere, amanti dei pezzi sostenuti da chitarre orecchiabili, dovrebbero trovare Symbolic imponente.

David Horn – SOD (Giugno 1995)

.
200px-death-tsoperseverance.jpg

The Sound of Perseverance

1998, Nuclear Blast
Produttore: Jim Morris, Chuck Schuldiner

.
Chuck Schuldiner è uno dei chitarristi più competenti in ambito metal, e nessuno come lui sa combinare brillantezza tecnica, armonia, brutalità e linee melodiche valide. “Scavenger of Human Sorrow”, “Bite the Pain”, “Flesh and The Power It Holds” – la conseguenza è la pelle d’oca e la parola d’ordine per questo capolavoro è “brutalità raffinata”. Questa è musica per cui morire!

Haakon Grav – Scream Magazine (Agosto 1998 )
.
.
“The Philosopher”
Individual Thought Patterns

Annunci
Tagged with: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: